Coraggio, passione ed estro sono i motori della mia vita. Tutto questo si riflette sul design delle mie creazioni.

(Alessandro Corina)

1988

Sono nato a Grosseto il 26 Agosto 1988 in una famiglia, di origini leccese: mio padre Giorgio era un ufficiale dell’esercito e Maria, la mia mamma, faceva la maestra nelle scuole elementari. Sono il terzo dopo mio fratello Leandro e mia sorella Cristiana.

1993

A cinque anni mi innamorai di una palla bianca e nera, da quel momento volevo giocare solo con quella. Mentre i miei amici guardavano cartoni animati, io guardavo le videocassette di Ronaldo, Maradona, Baggio e Van Basten. La mia famiglia tutt’ora racconta che quando andavamo a comprare le scarpe, sceglievo le Bull Boys perché nel pacchetto c’era un pallone in omaggio.

All’inizio pensavo che sarei diventato un portiere fino a quando Leandro mi disse “il portiere è un ruolo importante, ma chi va in prima pagina sui giornali è il giocatore che fa vincere la propria squadra, ovvero, l’attaccante”. Mio fratello era il mio idolo e decisi di intraprendere il ruolo dell’attaccante cominciando a fare goal su goal diventando un “giovane promettente”.

2004

Nel 2004 a 16 anni mi trasferii ad Arezzo per continuare a studiare e sognare con il pallone. Trasferirsi in un’altra città, con il permesso dei miei genitori, e vivere lontano dalla mia famiglia è stato determinante per la formazione della mia personalità.

2006

Rientrato a Grosseto, dal 2006 al 2008 ho avuto la fortuna di giocare per la squadra della mia città, esperienza unica durante la quale ho conosciuto giocatori professionisti e allenatori del calibro di Massimiliano Allegri e Stefano Pioli. Quest’ultimo stravedeva per me e infatti mi regalò la più emozionante delle occasioni per esaudire il sogno del calciatore: la serie B con la maglia della mia città.

Stavo vivendo il sogno del calciatore come la maggior parte dei ragazzi a quell’età, e lì ad un passo dal salto di qualità, ero consapevole della mia forza fino a quando un incidente stradale mi causava la rottura del femore e di conseguenza lo stop della stagione calcistica.

2009

Così, nel 2009 decisi di iscrivermi alla L.A.B.A., Libera Accademia di Belle Arti a Firenze dove potevo avere la fortuna di essere istruito da docenti importanti nel settore del design: Angelo Minisci, designer e vincitore nel 2000 del compasso d’oro, e Niccolò Poggi, il designer e scultore cinternazionale.

In accademia mi colpì la storia del Bahaus, una scuola di arte, architettura e design dove lo studente poteva mettere in pratica la teoria acquisendo delle nozioni adatte per affrontare nel migliore dei modi il mondo professionale. E proprio per questo pensai di iniziare un percorso professionale contemporaneamente agli studi.

.

2012

Nel 2012 ho partecipato come designer dell’azienda di cornici Bertozzi alla fiera “Abitare il Tempo” di Verona con l’obiettivo di creare, progettare e realizzare cinque testate di letti matrimonia

2013

A Ottobre del 2013 mi sono laureato con 110 e Lode. Ho realizzato la mia tesi come una rivista in cui argomento un nuovo concept: la fusione di famiglia e negozio, passando dall’ambiente di vendita, dal marketing relazionale e sensoriale fino ad arrivare alla progettazione di un luogo dove lavorare e abitare.

Dopo, la laurea, con coraggio e dispiacere ho lasciato Fidia, dove sono cresciuto professionalmente con tutto l’ambiente per fare un’esperienza di vita a Londra.

2014

Da Gennaio, per tre mesi, ho frequentato la Skola Academy per il mio inglese. È stata un’esperienza ricca, emozionante e formativa che ho trascritto quotidianamente sulla mia agenda con lo scopo di poter creare in futuro qualcosa di importante e innovativo.

Pochi giorni prima dal rientro in Italia, ho ricevuto una proposta di lavoro da uno studio di Interior Design a Notthing Hill, ma la mia missione era di lavorare nella mia città dove voglio scrivere e disegnare le mie idee con gioia.

2015

Al rientro in Italia decido di aprire la mia attività di progettazione d’Iinterni, consulenze sugli arredi e creazione di complementi di arredo.

.

2016

Nasce la mia prima collezione di divani per Gobbo Salotti, azienda leader da oltre 40 anni nella produzione di tessuti e divani imbottiti. La collezione si chiamerà “Evergreen” e sarà presente nel mio nuovo studio.

2017

Dal recupero di una storica autofficina nasce la mia Home Studio: un nuovo concept store con l’obiettivo di far sentire il cliente all’interno di una vera e propria casa. Un luogo di ispirazione dove nascono le mie idee e progetto nuove e preziose realtà.